giovedì 8 marzo 2012

RICAMO: Alice nel paese delle Meraviglie

In questo post vorrei raccontarvi a grandi linee cosa c'è "dietro" la preparazione di un ricamo.
Ho visto con piacere che molte di voi si sono incuriosite all'argomento, forse merito anche dell'ultimo soggetto che ho deciso di riprodurre di cui è difficile non essere un po' innamorate: Alice!


L'immagine da cui ho preso ispirazione per realizzare il mio disegno è questa:

Molto spesso per riprodurre un disegno con il ricamo a macchina è necessario stilizzare al massimo la figura: tanti dettagli non riescono ad essere riprodotti con precisione attraverso ago e filo o se lo sono possono finire con il confondere l'immagine finale.
Questo tipo di accorgimento è necessario soprattutto se si sta pensando di realizzare un ricamo monocolore, dove le forme sono tracciate solo da semplici profili.
Seguendo questa logica ho semplificato al massimo i dettagli della figura. Ad esempio, nel vestito e soprattutto nella parte superiore, togliendo le "pieghe" non essenziali e lasciando solo quelle frontali del grembiule.
Ho semplificato molto il disegno dei capelli e (purtroppo) dopo vari tentativi ho deciso di togliere il fiocco che Alice porta come fermacapelli: stilizzato e dello stesso colore dell'intero ricamo perdeva la sua forma originale andando a somigliare piu' a un paio di "cornetti" da diavoletto (che poco hanno a che fare con Alice!)
 Lo stesso tipo di semplificazione nelle linee l'ho applicata anche per la mano: per non rendere il disegno troppo illeggibile l'ho lasciata solo leggermente abbozzata.

Il risultato mi piace molto, seppur stilizzata Alice risulta comuque riconoscibile a colpo d'occhio.
Questo è sicuramente uno dei ricami più complessi e grandi (misura quasi una ventina di cm di altezza) che ho mai realizzato fino ad ora: viste le dimensioni penso sarà destinato unicamente alla confezione borse di taglio grande.
A presto, per gli aggiornamenti!
ciao!:)

5 commenti:

  1. che rabbia! io quando vedo un ago non so da che parte prenderlo e guarda tu cosa riesci a fare!^^ sei brava anche in disegno, allora! buona festa della donna! Sara

    RispondiElimina
  2. Grazie Sara!:) a dire il vero la mia strategia è quella di pubblicare sul blog solo gli "esperimenti con esito positivo"...se dovessi pubblicare anche tutti i fallimenti sperimentati con ago e filo penso che ridimensioneresti la tua idea delle mie capacità! ;-P ciao!

    RispondiElimina
  3. ps: buon 8 marzo anche a te!:)

    RispondiElimina
  4. Complimenti e buona festa delle donne (con una sana invidia del tuo talento con ago e cucito)! Anna

    RispondiElimina
  5. grazie Anna, troppo gentile!:) Buona festa della donna! ciao

    RispondiElimina